VIDEO: Brianoize Live & Nu_Bourbon Beat Set @Semmai Factory

Domenica 15 ottobre 2015 siamo partiti con il primo evento targato Beatzcat Ent. in collaborazione con Semmai Factory, ne è venuta fuori una serata ricca di suoni e di incontri interessanti, con il Beat-Set di Nu Bourbon e il fantastico Live di Brianoize ci siamo ritrovati a viaggiare senza soste e senza meta per ore ed ore…
Per chi si fosse perso lo spettacolo, e in attesa del prossimo evento del 15 novembre che vedrà esibirsi il talentuoso Odeeno, siamo lieti di potervi proporre i video inediti della serata…
Buona visione ma sopratutto buon ascolto.

Quattro chiacchiere con… Daryo Bass

11892190_10153495830308608_227001771959855738_n

Dario Bassolino, in arte Daryo Bass, è un tastierista e beatmaker di Arzano, comune dell’ area nord di Napoli. E’ da un po’ che seguiamo con interesse i suoi lavori ed i progetti a cui collabora, per questo abbiamo deciso di scambiare quattro chiacchiere con questo giovane e talentuoso musicista.

Parlaci di te…

Nasco a Napoli 25 anni fa in una casa con un pianoforte: mia madre aveva fatto qualche anno di lezione prima che nascessi io. Mio padre era un appassionato di lirica e dunque sin da piccolo sono stato avviato alla musica. A 12 anni inizio a studiare pianoforte classico diplomandomi 10 anni dopo presso il conservatorio di Salerno. Parallelamente ho iniziato ad appassionarmi alla black music iniziando a suonare funk in un progetto molto interessante dal nome Sbirrofunk, con cui ho girato l’ Italia tra festival e clubs.

Dopo il diploma in classica mi dedico allo studio del jazz frequentando vari corsi sia a Napoli che in giro per l’Italia, arrivando fino a New York e studiando con grandi musicisti americani della scena jazz (Sam Yahel, Aaron Goldber, Peter Bernstein, Kenny Werner, Valerio Silvestro) .

Come ti sei avvicinato al beatmaking?

La passione per la produzione è nata in me grazie alla grande amicizia fraterna con Luigi Silvestro aka Ooh Gi, che viveva nel mio stesso parco, ad Arzano. Ho prodotto un Ep dal titolo Stardust per Voolcano Harmonix, label indipendente di Napoli, e un mio pezzo in collaborazione con Linda Feki aka LNDFK è stato inserito in una compilation francese per l’etichetta On and On gestita da 20syl membro dei C2C (uno dei miei idoli tra l’altro).

Pensi che sia importante per un beatmaker conoscere le basi  teoriche della musica o credi che si possa diventare un buon producer anche componendo “ad orecchio”?

Assolutamente si… se un beatmaker vuole considerarsi un musicista ha l’obbligo morale di affrontare certe tematiche legate all’armonia, alla melodia e al ritmo. La musica è una scienza e come tale deve essere approfondita senza superficialità, considerando tutte le variabili possibili. E’ certo che non solo studiando la musica scientificamente si diventa musicisti: essendo essa un’arte ha bisogno anche di un approccio psicologico, comunicativo e sensitivo. Bisogna lavorare su se stessi per migliorare, predisporsi all’ascolto degli altri senza alcun pregiudizio, mettere da parte l’ego e ascoltare sempre imparando con umiltà. Oggi molti software, ahimè, semplificano tutta questa bellezza, motivo per cui credo che ancora di più un producer per essere unico necessiti di uno studio approfondito del suono e della musica; l’omologazione sonora è dietro l’angolo e questo non fa assolutamente bene alla musica.

C’ è qualche artista in particolare a cui ti ispiri? 

Artisti a cui mi ispiro… vediamo… Bill Evans, Miles Davis, Charlie Haden, Keith Jarrett, Jack de Johnette, Jobim, Brad Mehldau, Sam Yahel, Herbie hancock, Chris Dave, Robert Glasper e molti altri. Tra i producer dico sicuramente Flylo, J dilla, Questlove, Madlib… Poi mi piacciono molto gli Hiatus Kaiyote e Cory Henry. Beh mi sento vicino a molti di loro almeno nella condivisione dell’idea di musica e di bellezza ma non saprei dire con precisione un solo nome; nella maturazione artistica si tende a cercare tante soluzioni che ci indicano la strada per essere noi stessi.

Progetti futuri?

Ho recentemente prodotto, in collaborazione con Bonbooze, un Ep di 5 tracce per LNDFK. Sono molto legato a questo progetto perché ci ho lavorato un bel po’ e sono ansioso di ascoltare il risultato finale (siamo ancora in fase di mix). Per il resto sono molto impegnato a studiare le varie possibilità del suono: vorrei unire l’ idea dell’ elettronica a quella dell’ acustica e sviluppare alcune idee sonore che mi risuonano in testa… vedremo!

Di seguito il link per ascoltare e scaricare Stardust, prodotto per la indie label partenopea Voolcano Harmonix.

Shoemaker EP – Nu Bourbon

Oggi vi consigliamo l’ascolto di Shoemaker Ep, prodotto da Nu Bourbon aka Mr.Extra, di sicuro uno dei Beatmaker più eclettici ed originali della scena Campana. Le vecchie batterie filtrate, i synth più introspettivi e i campioni di percussioni afro, si fondono in un “concept” che sembra venire da oltreoceano.
Tra un beat e l’altro, Nu Bourbon ci ripropone una vecchia strofa Remixata in chiave abstract; gli intrecci e le rime non gli mancano mai e chissà se non vuole essere il preludio per un suo prossimo progetto… Seguitelo con attenzione.
Buon ascolto!